Archivio news 08/10/2020

Over 40 Gold Masseroni: Finale

Servizio Tatatu - Art Swiss Viaggi


ART SWISS, SONO 8 “COME L’INFINITO”

TATATU A TESTA ALTA E SENZA RIMPIANTI

 

 

Tatatu - Art Swiss Viaggi 2 - 5

Reti: Cappellini (A), Costa (T), Colacone (A), Galante (T), aut. Laurendi (A), Borghetti (A), Borghetti (A)

TATATU: Maraschin, Alves, Galante, Costa, Amelio, Mendes, Laurendi. A disp. Delia, Locatelli. All. Bettinelli.
ART SWISS VIAGGI: Berretta, Cappellini, Poloni, Zenoni, Melosi, Borghetti, Colacone, Sacchi. A disp. Muscio, Rossi. All. Corsini. Dir. Corno.

Ammoniti: Maraschin (T), Colacone (A)

 

LA CHIAVE TATTICA

Con grinta, testa e classe. Art Swiss vince l’Over 40 Gold. Il trionfo della squadra di Corsini si materializza nella finalissima contro Tatatu, giocata e condotta alla perfezione. L’approccio al match è da sogno: 30 secondi e Cappellini fa 0-1.
Tatatu, colpita subito, incassa la secchiata di acqua gelata e si risveglia. Costa fa 1-1 dalla distanza. Il botta e risposta si arricchisce di due firme eccellenti. Colacone trova uno spiraglio impossibile, Galante pareggia subito. Prima del riposo i gialli tornano in vantaggio con una deviazione sfortunata di Laurendi, che nel tentativo disperato di anticipare Colacone mette palla nella propria porta. All’intervallo è 2-3. Si attende il forcing di Tatatu, ma Art Swiss Viaggi ha un altro ritmo. I campioni in carica non riescono a cambiare marcia. Corsini incita i suoi, che percepiscono le difficoltà della preda e tentano di azzannarla definitivamente. In più occasioni è prodigioso Maraschin, ma anche il portiere brasiliano alla fine deve capitolare. Borghetti, in due contropiedi, chiude i conti e cala il pokerissimo. Al triplice fischio è 2-5.

 

PAGELLE TATATU

Maraschin 7.5 Mette in bacheca l’ennesimo premio individuale della sua carriera. Compie interventi spaventosi.

Alves 6 Non è brillante come al solito in fase offensiva.

Galante 7 Seppur dolorante, trova le forze per guidare la squadra e addirittura per segnare.

Costa 7 Tutte le azioni pericolose passano dai sui piedi e dalla sua intraprendenza.

Amelio 6.5 Corre, s’impegna e non molla mai. Contributo prezioso.

Mendes 6 Si muove tanto, ma non trova palloni giocabili.

Laurendi 6.5 Mette a disposizione dei compagni la solita prestazione di qualità e quantità.

All. Bettinelli 7 Il titolo gli sfugge al fotofinish, ma la sconfitta non cancella la seconda grande stagione consecutiva della sua squadra.

 

PAGELLE ART SWISS VIAGGI

Berretta 6 Dopo un inizio complicato si riprende e mette le mani sul titolo.

Cappellini 7 Preferisce tenere la posizione, senza azzardare. Quando avanza è incisivo.

Poloni 7 Pilastro difensivo: colonna portante di Art Swiss. Non sbaglia nulla.

Melosi 7.5 Uomo ovunque. A centrocampo, in difesa, in attacco. Leader.

Borghetti 8.5 Il migliore. Autore di una prestazione immensa: chiude i conti con una doppietta nel momento decisivo della finalissima.

Zenoni 6.5 Buona prestazione sulla fascia, cresce con il passare dei minuti.

Colacone 8 MVP del campionato: è sempre un piacere vederlo nel rettangolo verde. I suoi movimenti sono da attaccante di razza, da manuale. Top player.

Sacchi 7 Entra nel finale ed è protagonista: ruba un pallone fondamentale che avvia una ripartenza letale.

All. Corsini 9 La sua carica è un’iniezione di forza per tutta la squadra. Al triplice fischio libera la tensione e può alzare il titolo, l’ennesimo della sua carriera.